Festival Internazionale del Film di Roma 2014, tutti i premi

Festival Internazionale del Film di Roma 2014, tutti i premi

Trash locandinaL’edizione di quest’anno ha visto ben 113 film e documentari provenienti da 23 Paesi e la presenza di 82 delegazioni e con 474 talent. Inoltre sul tradizionale red carpet hanno sfilato numerose star internazionali e giovani promesse con tanto pubblico entusiasta a fare da cornice. L'attrice romana Nicoletta Romanoff ha condotto la cerimonia di premiazione presso la Sala Sinopoli dell'Auditorium Parco della Musica.

 

I riconoscimenti ai 48 film presentati nelle quattro sezioni del concorso in base alle preferenze espresse dal pubblico all'uscita di sala, sono stati così assegnati:

Il Premio del Pubblico Bnl-Gala al film “Trash” di Stephen Daldry, il Premio del pubblico-Cinema d'Oggi è andato a “12 citizens” di Xu Ang, Il Premio del pubblico-Mondo Genere a “Haider” di Vishal Bhardwaj, il premio per la fiction, divisione Prospettive Italia, è andato al film “Fino a qui tutto bene” del regista pisano Roan Johnson, per i documentari a “Looking for Kadija” di Francesco G. Raganato.

 

 

Riconoscimenti e premi collaterali

Il premio Farfalla d'Oro Agiscuola è andato al film “Gone Girl” di David Fincher; il riconoscimento The SIGNIS Award-Ente dello spettacolo è stato assegnato ex aequo ai film “Fino a qui tutto bene” e “We are young. We are strong”, di Burhan Qurbani, con una menzione speciale al file “Biagio” di Pasquale Scimeca. Il premio L.a.r.a. (Libera associazione rappresentanza di artisti) al miglior interprete italiano è andato a Marco Marzocca per il film “Buoni a nulla” di Gianni Di Gregorio, menzione speciale a Silvia D'Amico per il film “Fino a qui tutto bene” di Roan Johnson.

Il premio A.I.C. per la migliore fotografia è stato assegnato a Luis David Sansans per il film “Escobar: Paradise Lost” di Andrea Di Stefano; il premio A.M.C. al miglior montaggio è andato a Julia Karg per “We are young. We are strong”; il premio al miglior suono - A.I.T.S. a “Last Summer” di Leonardo Guerra Seràgnoli, i premi “La Chioma di Berenice” assegnati a Simona Castaldi come miglior truccatore e a Fabio Lucchetti come miglior acconciatore, entrambi per il film “Soap Opera” di Alessandro Genovesi. Il premio Akai International Film Fest il film “Fino a qui tutto bene”, mentre il Green Movie Award è stato vinto da“Biagio”, film di Pasquale Scimeca, che ha avuto anche il premio di critica sociale “Sorriso diverso Roma 2014”.

 

Leggi la recensione del film: Trash

Condividi Lascia un commento

Voto 4.67 su 5

giudizio di 3 votanti

Autore

Commenti (0)

Lascia un Commento

La tua e-mail non sarà resa pubblica, i campi obbligatori sono contrassegnati con *