Quando Stallone era un greasers in Happy Days La banda dei fiori di pesco con Fonzie

Quando Stallone era un greasers in Happy Days La banda dei fiori di pesco con Fonzie

Nel 1972, prodotto dalla Ebbets Field per la Columbia, fu realizzato il film Happy Days - La banda dei fiori di pesco (titolo originale The Lords of Flatbush stilizzato in The Lord's of Flatbush), in Italia successivamente conosciuto anche col titolo Brooklyn Graffiti. Nel film diretto da Martin Davidson e Stephen Verona, tra gli altri, c’erano Sylvester Stallone (in veste anche di co-sceneggiatore insieme a Stephen Verona, Martin Davidson e Gayle Gleckler) ed Henry Winkler, giovanissimi e ancora sconosciuti.

Il film era ambientato nel quartiere di Flatbush, a Brooklyn (New York), verso la fine degli anni cinquanta. La trama era incentrata su una gang conosciuta come "La banda dei fiori di pesco" (in originale The Lords of Flatbush), composta da alcuni ragazzi seguaci della subcultura denominata “greasers”. Il termine “greasers” deriva dall'inglese greased che significa "unto", con riferimento ai capelli unti di brillantina e pettinati all'indietro.

Nel film, questi ragazzi italo-americani uniti in una gang tutto tranne che apprezzabile, sono dei veri e propri scansafatiche perché passano il tempo frequentando pub, giocando a biliardo, andando dietro alle ragazze e non disdegnando risse. Il capo della banda è Chico Tyrell (Perry King) impegnato a conquistare Jane Bradshaw, una ragazza che però rifiuta le sue avances, invece Stanley Rosiello (Sylvester Stallone), un altro membro del gruppo, mette incinta la sua ragazza, Frannie Malincanico (Maria Smith), che intende sposarlo.

Tra le curiosità del film: Il budget di produzione si attestò intorno ai 160mila dollari mentre Sylvester Stallone, per la sua partecipazione al film, fu pagato esclusivamente con 25 T-Shirt…  Le riprese, girate a Stamford (Connecticut), furono effettuate nell’autunno del 1972, ma il film arrivò nei cinema USA solo due anni dopo la fine delle riprese (Ottobre 1974) a causa di problemi legati alla post produzione ed alla distribuzione. In Italia addirittura solo nel 1979.

Happy Days La banda dei fiori di pesco, Fonzie Stallone

Nonostante il titolo italiano abbia un chiaro richiamo alla celebre serie televisiva Happy Days, in realtà il film non ha nulla a che vedere con essa. Infatti il personaggio di Henry Winkler, nella versione originale, si chiama Butchey Weinstein e non ha nulla a che fare con Fonzie, l’amato amico fraterno di Richard Cunningham.

È stata una scelta platealmente artefatta decisa dalla distribuzione italiana che voleva sfruttare il successo della serie tivù. Infatti in Italia il film è uscito nel 1979 dopo che erano già andate in onda in televisione (su Rai 1) le prime quattro stagioni della serie. Così il titolo originale The Lords of Flatbush in Italia divenne Happy days - La banda dei fiori di pesco mentre il personaggio interpretato da Henry Winkler, Butchey Weinstein, nel doppiaggio divenne .. Fonzie!

Anche la stessa locandina italiana metteva in evidenza la presenza di Fonzie attraverso uno slogan “Fonzie vi dice…“. Infatti l’amato personaggio del vero Happy days, in maniera alquanto pietosa, implorava il pubblico italiano di andare a vedersi questo film: FONZIE VI DICE .. QUESTA È LA MIA BANDA .. NON FATECI ARRABBIARE .. VENITECI A VEDERE ..

Una presa in giro per gli spettatori italiani perché, a differenza di quello che poteva sembrare, non si trattava affatto di un retroscena o prequel della serie televisiva ma di una volgare iniziativa commerciale per vendere biglietti “a tradimento”.

Nel 1984 il film venne nuovamente distribuito con il nuovo titolo “Brooklyn Graffiti” e con una locandina che metteva in risalto non più Fonzie ma Sylvester Stallone, nel frattempo divenuta star internazionale. 

Stallone infatti aveva già raggiunto una straordinaria popolarità internazionale grazie ai primi due film della saga di Rocky (rispettivamente 1976 e 1979) e Taverna Paradiso (1978) quindi in grandissima ascesa.

Quindi, evidentemente, non tanto per un sopraggiunto imbarazzo per avere tentato di imbrogliare i fan italiani della serie Happy Days ma, questa volta, per sfruttare  il nome di Stallone, cha aveva iniziato a cavalcare quella brillante carriera che oggi conosciamo

Infatti, nella nuova locandina non appariva più “Fonzie vi dice…” ma “Sylvester Stallone vi dice…“. L’invito, pietoso, comunque era lo stesso...

Happy Days La banda dei fiori di pesco, Fonzie Stallone

Ecco le sequenze iniziali del film:

Condividi Lascia un commento

Voto 5.00 su 5

giudizio di 5 votanti

Autore

Commenti (0)

Lascia un Commento

La tua e-mail non sarà resa pubblica, i campi obbligatori sono contrassegnati con *